Quante emozioni possono contenere i decori modulari delle maioliche, le tipiche ceramiche del Mediterraneo? Sono dei caleidoscopi di buonumore, dei ghirigori gioiosi in loop, ordinati, armoniosi, uno accanto all’altro, ognuno a sprizzare desideri di sole, di mare, d’estate.


Bisogna aspettare che venga l’agognato momento di indossare i caftani e di affondare i piedi nella sabbia per sfoggiare capi stampa maiolica? Nient’affatto e se lo dice Post Scriptum, possiamo crederci. Il brand fondato dalla giovane Stefania Pelucchi è infatti specializzato in tailleur, niente di più lontano dall’idea di estate e libertà. Eppure i suoi non sono tailleur qualsiasi ma sogni possibili, esclusivi e inclusivi, che puntano sulla qualità e non sulla quantità, su tagli sartoriali ed esecuzione a regola d’arte a opera di maestranze artigiane che cuciono a mano ogni pezzo, su personalizzazioni su misura, su vestibilità minuziose (la designer realizza di suo pugno i cartamodelli adatti a donne di ogni forma ed età) e, infine, su tessuti ricercati e stampe esclusive.


Una di queste, la più evocativa, la più intrigante, la più allegra, la più desiderabile, è proprio la stampa effetto maiolica sul tailleur doppiopetto, con la giacca che si appoggia sui fianchi segnando appena il punto vita e i pantaloni tagliati sopra la caviglia, che slanciano ogni silhouette e donano davvero a tutte. Così, come le belle stoviglie istoriate erano richiestissime dai signori del ‘500 per dimostrare la potenza economica del padrone di casa, affiancate a stoffe pregiate e suppellettili in oro e argento, così anche il tailleur stampa maiolica di Post Scriptum dimostra tutto il buongusto, l’armonia, l’amore per il bello di chi lo sceglie. E, anche, il suo smalto!

Il tailleur stampa maiolica, fatto per chi ha smalto
Il tailleur stampa maiolica, fatto per chi ha smalto

Il tailleur stampa maiolica, fatto per chi ha smalto